Home arrow Lavori all'estero arrow Perù 1989- Incontro con restauratori locali
Perù 1989- Incontro con restauratori locali PDF Stampa E-mail

  

Perù - Lima Bogotà 1989

Collaborazione Unesco - Novembre 1989

Nel 1989 fui invitato dall'Unesco a Lima in Perù per partecipare ad un incontro con restauratori locali per la messa a punto di una metodologia di intervento sugli affreschi del chiostro del Convento di S.Francesco. Si trattava di pitture a tempera fortemente ridipinte a olio, eseguite su di un supporto di gesso o gesso e calce fatto aderire a sua volta su di un supporto di argilla e paglia. 

Il problema principale per il restauro di queste pitture era costituito dalla metodologia da utilizzare per la pulitura e il consolidamento del film pittorico al suio supporto in argilla. Nella pulitura la difficoltà era dovuta al tipo di tecnica pittorica e nel consolidamento al fatto che qualsiasi materiale adesivo non riusciva a creare un ancoraggio definitivo tra colore e supporto a causa della caratteristica impermeabilità dell’argilla.

Dopo un attento esame della situazione e il confronto con i colleghi locali furono sperimentate prove di pulitura con l’applicazione di un foglio di carta giapponese imbevuto di soluzione di carbonato di ammonio. questo tipo di impacco, a minima imbibizione del supporto, riusciva a solubilizzare l’olio delle ridipinture che veniva assorbito dalla carta giapponese, facilitando il recupero della pittura a tempera sottostante. Per quando riguarda il consolidamento degli strati, consigliai invece di procedere con consolidamenti a punti mediante resine termoplastiche.

Questa impostazione di metodo costituisce una fase operativa che va inserita all’interno di un discorso molto più ampio che ho inteso portare avanti con i colleghi

In tutti i paesi con cui ho collaborato ho cercato infatti di costruire le basi di una metodologia molto più ampia e diversificata, che va ben al di là  delle semplici operazioni quali quelle anche qui descritte.In quella occasione sorse  la necessità di uno studio finalizzato alla conoscenza profonda dei loro problemi specifici e di conseguenza dei metodi più consoni assieme all’esigenza di verificare passo per passo le singole operazioni e i materiali utilizzati. Questo nell’ottica di una scienza del restauro nel rispetto dell’opera e del suo valore culturale e che per tanto va oltre l’applicazione di un prodotto o di un metodo, ma diventa momento di studio e di collaborazione e quindi di cultura.

»Edifici di sabbia
Chiesa
Edifici di sabbia 2 
 
< Prec.   Pros. >